Emergenza bocconi avvelenati, in Puglia il primo corso per cani e padroni

Preso atto della crescente emergenza sul territorio pugliese, in particolare nel comune di Putignano e nel leccese, di ferimenti, infortuni e decessi di cani, legati all’assunzione di bocconi avvelenati o esche (con chiodi/puntine), Azzurra Romano educatrice cinofila pugliese, organizza per la prima volta in Puglia, presso il centro cinofilo Bauhouse, l’iniziativa “Emergenza bocconi avvelenati: lezioni di indifferenza alle esche”.

Le lezioni, rispettivamente nei giorni Lunedì 2 Marzo e Mercoledì 4 Marzo, saranno tenute da Ivan Schmidt, istruttore cinofilo esperto in rieducazione comportamentale, che metterà a disposizione le sue competenze per insegnare le tecniche di prevenzione, indifferenza e rifiuto alle esche e bocconi avvelenati.

A livello teorico verrà svolta una piccola introduzione dedicata al senso civico, al decoro legato alla raccolta delle feci, e alle normative che riguardano la detenzione e conduzione del cane nella vita quotidiana. Inoltre, grazie all’intervento del Dott. Francesco Buompane, medico veterinario, si toccheranno argomenti come: riconoscere i sintomi di un possibile avvelenamento, e cosa fare nell’immediato in caso di ingestione di un boccone o esca, prima di correre in ambulatorio.

L’evento, patrocinato dalla Regione Puglia (D.P.G.R. n. 78 del 04/02/2020), ha avuto un enorme riscontro sul territorio, e vedrà la partecipazione di circa 40 proprietari con i rispettivi cani.

La Puglia dunque, ospiterà questo evento molto importante che permetterà forse di salvaguardare la vita di molti cani, oltre che svolgere una forma significativa di prevenzione.

29,43€
disponibile
2 nuovo da 29,43€
Amazon.it
Spedizione gratuita
9,91€
disponibile
3 nuovo da 9,90€
Amazon.it
35,67€
49,92
disponibile
1 nuovo da 35,67€
Amazon.it
Spedizione gratuita
13,52€
disponibile
6 nuovo da 12,00€
Amazon.it
9,40€
9,90
disponibile
5 nuovo da 8,80€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il Marzo 29, 2020 9:04 pm

Ci farebbe piacere legge il tuo parere

Lascia una risposta