Il mese del diabete per cani e gatti arriva in provincia di Brescia

Arriva nella provincia di Brescia Il Mese del Diabete del Cane e del Gatto, l’iniziativa realizzata da MSD Animal Health in collaborazione con ANMVI e Diabete Italia che ha l’obiettivo di promuovere la conoscenza del diabete veterinario tra i pet parents di tutta Italia attraverso attività di informazione e sensibilizzazione.

Così, in provincia di Brescia per tutto il mese di novembre, sarà possibile recarsi presso gli ambulatori veterinari e le farmacie aderenti per approfondire la patologia, ritirare il materiale informativo e conoscere così i migliori comportamenti da adottare per prevenire l’insorgere di questa malattia che ad oggi risulta ancora troppo poco conosciuta dai pet parents di tutta Italia.

Il diabete infatti non colpisce solo gli uomini ma anche i loro amici a quattro zampe: questa patologia interessa, in forme diverse, anche cane e gatto e può portare a una qualità della vita ridotta e a una morte precoce. In Italia, su circa 14 milioni di cani e gatti che vivono nelle nostre famiglie, la prevalenza di questa patologia è di circa l’1-2%, ciò significa che i pet colpiti da diabete sono circa 280 mila. Uno dei fattori che causano la malattia? Come nell’uomo, uno stile di vita non corretto, sedentario e caratterizzato da cattive abitudini alimentari.

Prevenire, però, si può. Inoltre, se curato, il diabete negli animali, così come nelle persone, comporta una vita del tutto normale. Per questo MSD Animal Health, in occasione della Giornata Mondiale del Diabete che si svolgerà il 14 novembre, in collaborazione con ANMVI (Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani) e Diabete Italia, lancia il Mese del Diabete del Cane e del Gatto che coinvolgerà quasi 2.000 ambulatori veterinari e numerose farmacie in tutta Italia, dove sarà possibile approfondire la conoscenza di questa patologia e ritirare il materiale informativo per imparare a riconoscere i sintomi e i segni del diabete negli amici a quattro zampe. Per saperne di più e scaricare l’elenco delle strutture dove è possibile trovare tutte le informazioni sul diabete veterinario, basta accedere al portale di MSD Animal Health dedicato alle famiglie a 4 zampe, ricco di contenuti e consigli pratici per la cura del cane e del gatto. Tutti i contenuti sono elaborati grazie al contributo di esperti medici veterinari, con un forte accento sull’importanza della prevenzione non solo per il proprio amico a quattro zampe ma per tutta la famiglia.

“Di solito – spiega Marco Melosi, Presidente di ANMVI, Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani ad ammalarsi sono gli animali adulti e anziani, spesso in sovrappeso. Il cane è colpito quasi esclusivamente dal diabete di tipo 1, quello di tipo genetico, e le femmine affette risultano essere il doppio rispetto ai maschi. Anche alcune razze sono più a rischio: Setter Inglese, Terrier, Samoiedo, Schnauzer Nano, Beagle, Barbone, Dobermann Pinscher, Golden Retriever e Labrador. Nel gatto, affetto prevalentemente dal diabete di tipo 2, risultano più colpiti i soggetti castrati. A differenza del cane, in quest’ultima specie il legame tra obesità e comparsa della malattia è stato chiaramente dimostrato”.

“Le cure – prosegue il dott. Melosi – consistono in una dieta da seguire e nella terapia insulina. E bando alla sedentarietà: lunghe passeggiate per il cane e lo stimolo al gioco per il gatto sono sempre terapie preventive validissime. La diagnosi precoce rimane comunque il punto fondamentale: se il gatto o il cane sembrano comportarsi in modo diverso, se bevono di più o dimagriscono senza apparente motivo è sempre bene rivolgersi senza indugio al proprio Medico Veterinario”.

Inoltre, il diabete può dar luogo anche a complicanze: per esempio, la cataratta nel cane e la debolezza agli arti posteriori nel gatto. Una diagnosi precoce, quindi, è fondamentale e ci sono alcuni sintomi ben precisi: sete intensa e urinazione abbondante, perdita di peso malgrado l’aumentato appetito, la sonnolenza, il pelo più rado e opaco, l’assenza di auto pulizia nel gatto e la cataratta nel cane.

“Se curato – sottolinea Federico Fracassi, Medico Veterinario, Professore Associato presso il Dipartimento di Scienze Mediche Veterinarie (DIMEVET) dell’Università di Bologna e Presidente della Società Europea di Endocrinologia Veterinaria (ESVE)il diabete animale si comporta come quello umano, ovvero può essere tenuto sotto controllo e non alterare significativamente la qualità della vita. E’ la prevenzione, soprattutto nel gatto, a rimanene la prima arma per combattere la malattia” conclude Fracassi. “Occorre contrastare con determinazione obesità e sedentarietà, i nostri pet devono insomma muoversi e giocare il più possibile. Fa bene a loro così come a noi!”. 

Brescia, ecco i corsi per Dog Sitter e Dog Walker di Doctor Dog

Inizia a novembre il nuovo corso per l’addestramento di Dog Sitter e Dog Walker tenuto dall’Istruttore Andrea Grisi. Nel corso verranno trattati argomenti quali i comportamenti ed il carattere del cane, le regole sociali e di obbedienza, come comunicare con il cane, la gestione del gioco in casa e all’aperto e la risoluzione delle problematiche più comuni. Al termine del corso i partecipanti dovranno sostenere un esame finale.

Il corso si terrà, per quanto riguarda la parte teorica, a Brescia presso il Wash Dog Brescia di Piazzale Canton Mombello, 4 mentre, le lezioni pratiche si terranno presso il Centro Cinofilo Doctor Dog – Andrea Grisi in via Palazzo, 16 a Bedizzole (BS) da giovedì 14 novembre dalle ore 19.00 alle 22.00. Il calendario completo dei corsi, con dettagli quali località, orari e cosa portare è disponibile sul sito web dell’istruttore a questo link: https://www.andreagrisi.it/

Chi è Andrea Grisi

Addestratore, consulente e formatore cinofilo qualificato dal 1986, Andrea Grisi vanta un’esperienza ultra trentennale come istruttore, certificata da attestati e diplomi quali ENCI, CSEN, FCC. Conosciuto e apprezzato in tutta la provincia per la sua competenza e preparazione, è stato insignito nel 2013 dal Sindaco di Brescia del titolo “Primo Istruttore Cinofilo su Suolo Pubblico”. Ha collaborato con Istituzioni, Forze dell’Ordine, Corpi Militari e Paramilitari, Protezione Civile e Aziende del Servizio Pubblico come Brescia Trasporti. Organizza corsi e workshop per tutti e per ogni situazione, dalla passeggiata al soccorso, dai viaggi al volo. Andrea Grisi frequenta seminari, convegni e corsi in Italia e all’estero. Esperto nella preparazione e nell’addestramento antiveleno, nel 2014 costituisce la prima Unità Cinofila Antiveleno per la perlustrazione di Aree di Sgambamento Cani e parchi pubblici alla ricerca di bocconi avvelenati, partecipando anche alla trasmissione RAI2 “Cronache Animali”. Nel 2005 progetta un tapis roulant per cani destinato alla Polizia Iraniana. Nel 2015 riceve il “Riconoscimento dalla stampa come miglior istruttore cinofilo”. A gennaio 2018 ha collaborato con il programma televisivo MasterChef Italia per la gestione dei quattro cani assegnati ai giudici, istruendoli con un breve corso di obbedienza e verificando le condizioni dello studio per la sicurezza degli animali e degli ospiti. A maggio 2018 ha ricevuto una targa al merito per l’impegno profuso nell’attività di addestratore cinofilo e per l’attività di formazione svolta nei confronti dei cittadini in materia di educazione e sicurezza dei loro animali consegnata dal sindaco di Brescia Emilio Del Bono. Collabora con medici veterinari professionisti per il recupero comportamentale dei cani e per fornire informazioni e norme socio-sanitarie. È l’ideatore della Disciplina “Acqua Gym for
Dog“.